Privacy Policy Tu o te? Quando una vocale fa la differenza - Oltre la Notizia

Tu o te? Quando una vocale fa la differenza

E’ giusto dire “Vieni anche te” oppure “Hai ragione te”?

Si tratta di espressioni che si usano abitualmente, ma in realtà contengono un errore.

Bisognerebbe infatti dire “Vieni anche tu” e “Hai ragione tu”, perché, seguendo le regole grammaticali, il pronome personale tu è soggetto, mentre te si utilizza nei complementi (“Devo parlare con te“, “La mamma ha preparato una torta per te“…).

Si dice tu o te?

C’è però un caso in cui l’utilizzo di te come soggetto si è ormai imposto a tal punto da non essere più considerato un errore ed è il caso di “io e te” (“Io e te stiamo bene insieme”, “Andiamo al mare io e te“…).

Come mai? In questo caso, anche se usato come soggetto, il te assume il significato di un complemento di compagnia, perché è come se volessimo dire “Io con te sto bene”, “Vado al mare con te“…).

Tecnicamente si tratta di un solecismo, ovvero di un errore che si è imposto a tal punto nell’uso da conquistare la dignità di eccezione alla regola.

In tutti gli altri casi, invece, nessuna eccezione: se ha valore di soggetto, bisogna utilizzare tu.

Monica Gregis

Monica Gregis nasce a Milano il 7 luglio 1988. Laureata in Linguaggio dei media e Comunicazione d'impresa all'Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano. Dal 2012 scrive per i settimanali locali La Settimana di Saronno, Il Giornale di Desio e Il Giornale di Seregno, occupandosi di cronaca, politica, cultura, sport ed eventi. Tra le sue grandi passioni la lettura e il cinema.