Scuola: come si sopravvive al rientro?

Manca meno di una settimana, poi anche gli studenti ricominceranno la propria routine. Ma cosa ne pensano i liceali? Lo abbiamo chiesto a Nicolas, che tra pochi giorni inizierà la terza superiore e che (come tanti) non ha tutto questo desiderio di riprendere la “solita vita”.

Siamo agli sgoccioli: la scuola sta (ahimè) per iniziare e l’ansia degli ultimi giorni prima di ricominciare da zero si fa alquanto sentire. Mentre le mamme e i papà di tutta Italia potranno tirare un sospiro di sollievo, noi ragazzi riprendiamo la solita routine, che inizia col svegliarsi molto presto per non perdere il pullman e ritrovarsi stravolti dalla stanchezza sul letto già alle 22.

Come sopravvivere a questa routine e alla scuola in generale? Tutti, almeno una volta, ci siamo fatti questa domanda, perché sicuramente il grande carico di compiti e studio stressa, ma la verità è che non esiste un’unica vera risposta poiché dipende tutto da noi stessi.

Non esiste quindi una formula perfetta per non sentire il trauma da inizio scuola, basta forse trovare anche un piccolo cambiamento a quel che era lo scorso anno, per tentare di rendere più leggero e meno traumatico il rientro.

In bocca al lupo!

Eleonora Guzzetti

Eleonora Guzzetti nasce a Tradate il 4 agosto 1992. E' laureata in Giurisprudenza all'Università Cattolica del Sacro Cuore. Dal 2012 ha collaborato sul settimanale locale La Settimana di Saronno, occupandosi di cronaca, cultura, sport e politica nel territorio di Rovello Porro, Cislago e Gerenzano. Ama il calcio, in particolare è una tifosissima del Varese che segue ogni domenica allo stadio. Adora gli animali, specialmente i suoi cani Timmy e Vegan e la gattina Riga.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *