Disastro a Livorno per il maltempo, sette morti e due dispersi

Disastroso il bilancio del nubifragio che si è abbattuto su Livorno con frane e smottamenti: sette persone sono morte e due risultano disperse. Le vittime sono una bambina, i genitori e il nonno, che si trovavano nel seminterrato della loro villetta in via Sauro. La quinta persona è deceduta a Montenero, sulle colline, mentre il corpo di un 64enne è stato trovato in via Sant’Alò. Gli agenti della Polizia locale hanno reso noto che c’è anche una vittima di un incidente stradale avvenuto durante il violento temporale.

I quattro famigliari morti a causa del nubifragio si trovavano nel seminterrato di una palazzina di inizio Novecento e recentemente ristrutturata in via Rodocanacchi, vicino allo stadio. Nei pressi dell’abitazione un piccolo torrente ormai completamente interrato ha rotto il contenitore e le acque hanno invaso la palazzina. Il nonno, che viveva al primo piano, è riuscito a recuperare e a trarre in salvo una nipotina, ma quando si è rituffato nel tentativo disperato di il bimbo più piccolo è deceduto.

Il sindaco di Livorno, Filippo Nogarin, di fronte alla sua città devastata ha chiesto lo stato di calamità.

Monica Gregis

Monica Gregis nasce a Milano il 7 luglio 1988. Laureata in Linguaggio dei media e Comunicazione d'impresa all'Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano. Dal 2012 scrive per i settimanali locali La Settimana di Saronno, Il Giornale di Desio e Il Giornale di Seregno, occupandosi di cronaca, politica, cultura, sport ed eventi. Tra le sue grandi passioni la lettura e il cinema.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *