Dall’anno prossimo insetti, da mangiare, in vendita nei supermercati

Solo l’idea di associare cibo e insetti ti fa venire la nausea? Ti dovrai ricredere, perché secondo fior fior di esperti tra qualche anno sarà normale, anche per noi occidentali, cibarci di grilli, cavallette, formiche e chi più ne ha più ne metta.

A spiegarci meglio il legame tra insetti e cucina ci pensa il nostro esperto di scienza e tecnologia Marco Crespi.

Molti scienziati ed esperti del settore food e nutrizionale si sono interrogati su quale possa essere il cibo che nei prossimi decenni vedremo sulle nostre tavole o addirittura negli street-food. Secondo dati FAO (Organizzazione mondiale per l’agricoltura e il cibo), si stima che nel mondo ci siano già circa 2 mliardi di persone che hanno una dieta a base di insetti, come locuste, cicale, termiti, cimici, vespe e  api, nei territori di Asia, Africa e America Latina.

E da noi?

Grilli, cavallette, formiche e baco da seta sono alcuni degli insetti che saranno, e in certi paesi come il Belgio lo sono già, il cibo del futuro. Durante l’EXPO di Milano sono stati presentati in anteprima gli antropodi come cibo-novità e qualcuno, più temerario, è riuscito ad assaggiarli. Tra l’altro in Svizzera si potrà presto acquistare barrette, snack o piatti a base di insetti di varie specie e forma. I nostri vicini di casa hanno infatti già testato l’indice di gradimento, sensibilizzando il commercio in negozi e centri commerciali. Qui sono infatti già apparsi sugli scaffali i primi cibi a base di insetti o larve sottoforma di hamburger. Per meglio gestire, almeno all’inizio, il fattore emotivo legato al consumo di insetti si è pensato di utilizzare delle frasi invitanti e di veicolare il cibo con figure stilizzate che rappresentano il mondo degli insetti. La vendita dei prodotti a base di insetti sarà poi abbinata con varie verdure conosciute dalla nostra cultura alimentare, come cipolla, prezzemolo, aglio e varie spezie invitanti, cosi da poter fare “ingolosire” il possibile consumatore.

E negli altri paesi dell’Europa? Secondo una direttiva europea, già dal prossimo anno, l’allevamento e la vendita di antropodi edibili sarà notevolmente incoraggiata in tutti gli stati dell’Unione. E vuoi siete pronti alla grande “insetto-rivoluzione”?

Davide Bellombra

Davide Bellombra nasce a Tradate il 13 aprile 1991. E’ laureato in Lettere moderne e Storia e Cultura del Sistema editoriale all’Università degli Studi di Milano. Dal 2012 scrive sul settimanale locale La Settimana di Saronno, occupandosi di cronaca, cultura, sport e politica nel territorio di Saronno, Saronnese e Bassa Comasca. Ama la musica e le varie forme di spettacolo: nel suo curriculum ha infatti anche un passato da cantante e musicista e talvolta presenta e organizza spettacoli e talent show benefici per la sezione Avis di Turate, di cui è consigliere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *