Non sapete cosa cucinare oggi a pranzo? Provate questi ravioli

Limone e melanzana si uniscono grazie ai ravioli nella ricetta preparata per noi dal nostro appassionato di cucina Franco Parisi: RAVIOLI  AL LIMONE RIPIENI DI MELANZANA BURRATA E PESCE SPADA.

Ingredienti

Per la pasta:

400 g di farina di semola rimacinata

4 uova

il succo di mezzo limone

2 cm di zenzero fresco grattuggiato

la buccia di un limone

un cucchiaio di olio evo

pepe nero macinato al momento 10 g

Per il ripieno:

1 melanzana grande

250 g di stracciatella di burrata

250 g di pesce spada in una sola fetta

4 / 5 foglie di menta

20 g di burro

Per il condimento:

 2 pomodori ramati

uno spicchio di aglio

150 g di pesce spada in una sola fetta

olio evo 2 cucchiai

mezzo bicchierino di wodka

Preparazione

Prendete un pentolino con acqua e portatela a bollore, poi immergete i pomodori per un minuto, spelateli, togliete i semi e la parte interna e tagliateli a filetti. Fate la pasta fresca, impastando la farina con le uova, dopo mezzo minuto aggiungete il succo di limone, la buccia di limone grattugiata, lo zenzero grattugiato e il pepe e fate un panetto liscio che metterete a riposare in frigo per 30 minuti.

Prendete la grossa melanzana, tagliatela a metà, incidete la polpa delle due metà con un coltellino con tagli verticali e orizzontali (formando dei quadrotti) e mettetela in forno a 180 gradi per 45 minuti.

Una volta cotta togliete la polpa con un cucchiaio e mettetela in un mixer (tenendo da parte 50 g) insieme a 200 grammi di stracciatella di burrata e le foglie di menta e frullate fino ad ottenere una crema densa (se risulta troppo liquida potete aiutarvi con un cucchiaio di parmigiano).

Prendete la prima fetta di pesce spada, quella da 250 grammi, togliete la pelle e fatene tanti piccoli cubetti che farete cuocere in una padella con 20 grammi di burro per qualche minuto.

Mettetelo in un piatto e fatelo raffreddare.

Adesso incominciate a tirare la sfoglia (deve essere sottile), con un cucchiaino fate tanti mucchietti di crema di melanzana e mettete all’interno due cubetti di pesce spada, coprite con un’altra sfoglia e chiudete bene i ravioli togliendo tutta l’aria e coppateli con la sagoma che più vi aggrada. Franco ha usato un coppapasta rotondo, ma potete sbizzarrirvi con varie forme (a cuore, a foglia, a fiore…). Poi con una forchetta chiudete bene i contorni.

In una padella antiaderente mettete due cucchiai di olio evo e lo spicchio di aglio pulito e schiacciato, fate insaporire per un minuto, poi togliete l’aglio e unite il pesce spada (la seconda fetta da 150 grammi, tolta la pelle e fatta a cubetti) e bagnate con mezzo bicchierino di vodka che farete evaporare, infine aggiungete i filetti di pomodoro e lasciate cuocere un paio di minuti. Spegnete il fuoco e aggiungete i restanti  50 grammi di stracciatella di burrata che avevate tenuto da parte.

Ora non vi resta che cuocere i vostri ravioli in abbondante acqua salata per pochi minuti ( 2/3), poi trasferiteli nella padella con il condimento e fate amalgamare il tutto per mezzo minuto a fiamma media.

Vino consigliato: un buon Rosè fruttato di almeno 13 gradi.

Buon appetito!

 

 

Monica Gregis

Monica Gregis nasce a Milano il 7 luglio 1988. Laureata in Linguaggio dei media e Comunicazione d’impresa all’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano. Dal 2012 scrive per i settimanali locali La Settimana di Saronno, Il Giornale di Desio e Il Giornale di Seregno, occupandosi di cronaca, politica, cultura, sport ed eventi. Tra le sue grandi passioni la lettura e il cinema.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *