Si può dire… Augurissimi?

Arrivano le festività e con loro anche gli auguri di tutti i tipi: buon Natale, buone feste, auguri a te e famiglia…

Esiste anche la forma “Augurissimi”, ma è corretta?

O meglio, si può fare il superlativo di un nome? Sì, si può fare. Ormai si sono imposte nel linguaggio comune, in televisione e in pubblicità parole tipo “salutissimi”, “augurissimi”, “finalissima”, “scontissimi”…

Spesso usiamo il superlativo dei nomi nella lingua parlata, magari senza nemmeno rendercene conto: “Sono d’accordissimo con te”, “E’ un ragazzo in gambissima”, “Devo fare in frettissima”…

Ovviamente, nonostante ormai l’utilizzo di queste forme sia consentito dall’uso, come sempre è meglio non abusarne.

Monica Gregis

Monica Gregis nasce a Milano il 7 luglio 1988. Laureata in Linguaggio dei media e Comunicazione d'impresa all'Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano. Dal 2012 scrive per i settimanali locali La Settimana di Saronno, Il Giornale di Desio e Il Giornale di Seregno, occupandosi di cronaca, politica, cultura, sport ed eventi. Tra le sue grandi passioni la lettura e il cinema.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *