Privacy Policy

Ravioli a forma di cuore… per prendere il partner per la gola

Volete sorprendere il vostro partner con una ricetta gustosa e romantica allo stesso tempo? Con i ravioli a forma di cuore pensati per noi dal nostro appassionato di cucina Franco Parisi farete di sicuro un figurone: scrigni di granciporro, gamberoni e stracciatella su crema di ostriche.

 

Ingredienti

Per la pasta:
300 g di farina di semola di grano duro rimacinata
3 uova più un tuorlo
Un cucchiaino di olio evo
Un pizzico di sale

Per il ripieno:
La polpa di un granchio granciporro
6/8 gamberoni
100 g stracciatella di burrata
foglioline di timo e di maggiorana fresche

Per la crema di ostriche:
3-4 ostriche
Una patata piccola

Bisque
Una carota
Una costa di sedano
Mezza cipolla bianca
Sale e pepe q. b.

Preparazione

Per prima cosa bollite il granchio e una volta raffreddato, ricavate tutta la polpa che metterete in una terrina.
Pulite i gamberoni, tenendo da parte le teste e toglietegli il filetto nero interno, poi tagliateli a tocchetti e uniteli alla polpa di granchi.
Unite anche la stracciatella, ma senza la sua panna, mescolate con un pizzico di sale e pepe e unite foglioline di timo e maggiorana. Il ripieno è pronto.
Fate l’impasto con la farina, uova, sale, olio e una volta ottenuto un panetto morbido e liscio, avvolgetelo nella pellicola e mettetelo in frigo a riposare per circa 30 minuti.
Nel frattempo tagliate a tocchetti il sedano, la carota e la cipolla e mettetele in un pentolino con l’acqua e le teste dei gamberoni, fate cuocere a fuoco basso e fate ridurre il liquido.
Filtrate bene un paio di volte il liquido ottenuto e tenetelo da parte.
Tirate la sfoglia e componete i vostri scrigni, meglio se a forma di cuore per rimanere in tema con San Valentino.
Lessate la patata, pelatela e mettetela nel bicchiere alto del frullatore a immersione, pulite le ostriche e versatele nel bicchiere con la panna della stracciatella di burrata, sale, pepe a vostro piacere, qualche cucchiaio di bisque e frullate il tutto fino a ottenere una crema non troppo densa. Versate parte della crema di ostriche in un biberon che vi servirà per decorare il piatto, il resto mettetelo in un pentolino.
Cuocete i vostri scrigni, e scaldate la crema di ostriche, poi componete i piatti.
Con il biberon, fate dei disegni a vostro piacere con la crema di ostriche, versate delle gocce di panna di stracciatella, decorate con foglioline di maggiorana e impiattate gli scrigni, completate con un po’ di crema di ostriche sopra i ravioli e un pizzico di semi di papavero.

Franco consiglia un buon Verdicchio di Jesi come abbinamento.

Buon appetito e buon San Valentino!

Monica Gregis

Monica Gregis nasce a Milano il 7 luglio 1988. Laureata in Linguaggio dei media e Comunicazione d'impresa all'Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano. Dal 2012 scrive per i settimanali locali La Settimana di Saronno, Il Giornale di Desio e Il Giornale di Seregno, occupandosi di cronaca, politica, cultura, sport ed eventi. Tra le sue grandi passioni la lettura e il cinema.