Privacy Policy

Grande Fratello: troppa violenza, fuggono gli sponsor

Grande Fratello: un vero ciclone si è abbattuto sul noto reality show condotto da Barbara D’Urso. Dopo le proteste dei telespettatori per gli atti di bullismo contro Aida Nizar e per i provvedimenti messi in campo solo nei confronti di Baye Dame, anche gli sponsor della trasmissioni televisiva hanno preso le distanze dalle immagini trasmesse, lesive della loro filosofia aziendale.

Grande Fratello: i telespettatori non ci stanno

Nonostante i buoni ascolti delle puntate (l’ultima ha addirittura battuto la docu-fiction sull’omicidio di Aldo Moro), molti telespettatori sui social hanno già annunciato l’addio al programma con l’hastag #adiosGF15. Quello che non è andato giù a gran parte del pubblico è stata la non squalifica di Luigi Favoloso, reo per molti di avere usato parole cariche di violenza contro Aida Nizar, e soprattutto la decisione presa dalla produzione di punire nello stesso modo Favoloso e Nizar, in poche parole il bullo e la vittima. Al televoto è poi stata eliminata la concorrente spagnola, nonostante su Twitter tutti parteggiassero per lei. La rabbia contro la presentatrice e il reality stesso è dunque salita alle stelle.

Grande Fratello: troppa violenza, fuggono gli sponsor

I telespettatori hanno iniziato a esprimere la loro indignazione, rivolgendosi anche agli sponsor che figurano all’interno della casa. Quest’ultimi, preoccupati dell’effetto negativo sulla loro immagine, sono dunque intervenuti per prendere la distanza dagli atti di violenza trasmessi o addirittura interrompendo la collaborazione commerciale. E’ il caso di Bellaoggi Italia, azienda di make up e cosmesi, che ha comunicato:

BELLAOGGI si dissocia formalmente dagli atti e dai comportamenti da ultimo registrati nell’ambito dell’attuale XV edizione del Grande Fratello. Comprende profondamente la reazione dei suoi consumatori, fan e di ogni voce che si è sollevata sui social networks rispetto a tali ultimi accadimenti. In BELLAOGGI lavoriamo quotidianamente per proporre un mondo di bellezza, unico, concreto ed accessibile a tutti. Siamo convinti che la bellezza non potrà mai esistere accanto a nessuna forma di violenza o discriminazione. La nostra presenza in Grande Fratello si inseriva in un piano di visibilità televisiva del marchio. In segno di concreta dissociazione da questi eventi negativi, BELLAOGGI, con la massima attenzione e rispetto delle opinioni, comunica, con effetto immediato, la decisione di interrompere ogni attività di sponsorizzazione di questa edizione del Grande Fratello. Comunica inoltre che ogni riferimento e contenuto su questa edizione televisiva verrà rimosso dalle proprie pagine presenti sui social networks e dal proprio sito internet.

Aran Cucine ha invece comunicato:

ARAN Cucine, condanna fermamente ogni forma di violenza e ogni atto di bullismo senza SE e senza MA. #Noalbullismo. Rimanere immobili e silenti di fronte tali gesti alimenterebbe l’indifferenza nella quale si perpetrano determinati comportamenti insani, cosa completamente estranea ai brand values di ARAN Cucine. In quest’ottica abbiamo segnalato alla produzione del programma la necessità di richiamare i concorrenti ad un comportamento consono ai più basilari canoni di educazione e rispetto nei confronti di tutti senza alcuna esclusione. Fortunatamente la produzione si è mossa con un ultimatum che ci auspichiamo sia decisivo nei confronti di questi atti. D’altro canto ci teniamo a ribadire che nel momento in cui scegliamo di effettuare un product placement non possiamo sapere a priori il comportamento che terranno i partecipanti alla trasmissione, ma che teniamo ancora a stigmatizzare e condannare nella maniera più assoluta. Sperando che questo tipo di situazioni non si ripetano ulteriormente, porgiamo i nostri distinti saluti.

Fratelli Beretta invece:

Salumificio Fratelli Beretta ricorda che il rispetto delle donne e il disprezzo per qualsiasi forma di violenza o bullismo sono valori fondamentali e imprescindibili dell’azienda e si dissocia dal comportamento e dall’atteggiamento di alcuni giovani durante la trasmissione.

Siccome gli sponsor sono l’anima di una tv commerciale, se fossimo nella produzione del Grande Fratello e in Mediaset non dormiremmo sogni tranquilli.

Davide Bellombra

Davide Bellombra nasce a Tradate il 13 aprile 1991. E' laureato in Lettere moderne e Storia e Cultura del Sistema editoriale all'Università degli Studi di Milano. Dal 2012 scrive sul settimanale locale La Settimana di Saronno, occupandosi di cronaca, cultura, sport e politica nel territorio di Saronno, Saronnese e Bassa Comasca. Ama la musica e le varie forme di spettacolo: nel suo curriculum ha infatti anche un passato da cantante e musicista e talvolta presenta e organizza spettacoli e talent show benefici per la sezione Avis di Turate, di cui è consigliere.