Privacy Policy

Pronto soccorso, arrivano i numeri al posto dei colori

Addio codice rosso, giallo, verde e bianco, al Pronto soccorso arrivano i numeri da 1 a 5. La novità sarà introdotta in via sperimentale nel Lazio, mentre dal 2019 sarà adottata in tutte le regioni italiane.

Al pronto soccorso, quindi, per indicare la gravità di una situazione, non si utilizzeranno più i colori, ma i numeri: l’1 verrà assegnato ai casi più gravi, quelli in pericolo di vita (l’ex codice rosso), mentre il 5 a quelli meno preoccupanti. In sostanza dall’anno prossimo le varie situazioni verranno filtrate attraverso cinque numeri: 1 è l’emergenza, 2 l’urgenza, 3 l’urgenza differibile, 4 l’urgenza minore e 5 la non urgenza.

Il nuovo sistema è stato studiato da un gruppo di lavoro regionale nel Lazio (in 8 pronto soccorso generalisti e 3 pediatrici con 80 medici e infermieri e 7000 pazienti) e poi è passato al vaglio della Conferenza Stato-Regioni. Lo scopo è quello di limitare il margine di errore e la sottovalutazione del rischio dividendo le stanze di visita in base a criteri più specifici.

Monica Gregis

Monica Gregis nasce a Milano il 7 luglio 1988. Laureata in Linguaggio dei media e Comunicazione d'impresa all'Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano. Dal 2012 scrive per i settimanali locali La Settimana di Saronno, Il Giornale di Desio e Il Giornale di Seregno, occupandosi di cronaca, politica, cultura, sport ed eventi. Tra le sue grandi passioni la lettura e il cinema.