Privacy Policy

Taormina e Castelmola: racconto di un weekend siciliano

Taormina e Castelmola: storia di un weekend siciliano.

Approfittando di un regalo di amici, abbiamo prenotato un volo per Catania con l’obiettivo di visitare la città di Taormina. Il viaggio dall’aeroporto all’hotel è breve (noleggiata l’auto, ci si mette circa un’oretta) e una vola lasciati i bagagli ci siamo trasferiti all’Isola Bella. Un posto incantevole in cui l’esigua distanza dalla costa, a causa della marea, si annulla, rendendola una penisola.

Il giorno successivo, complice anche il brutto tempo, ci siamo dedicati alla visita della città.  Siamo partiti con il Teatro Greco, da dove si gode di un magnifico panorama sulla regione circostante (non arrivare troppo tardi). Dal teatro Greco, ci siamo diretti a palazzo Corvaja seguendo la strada principale di Taormina, il Corso Umberto I. Lungo il Corso si trovano tutti i principali monumenti e la Naumachia, una facciata di mattoni rossi dall’incerto utilizzo. Incontrando numerosi palazzi e caratteristici vicoli, abbiamo raggiunto finalmente Piazza IX Aprile dove troviamo la chiesa di San Giuseppe, definita la “terrazza sul mare”  (chiusa per lavori) e la Torre dell’orologio, che divide la città tra la parte barocca e quella medievale. Continuando lungo il Corso si trova la piazza della Cattedrale con la Cattedrale di San Nicola. Qui siamo praticamente a Porta Catania, l’antica porta di Taormina. Per prepararci al meglio per il pranzo, abbiamo affrontata la scalinata verso il Castello Saraceno. Bella la vista, chiuso senza indicazioni il castello.

Dopo aver mangiato gli arancini di Cristina, come è ovvio, decidiamo di salire a Castelmola inserito nella categoria dei borghi più belli d’Italia. Il paesino è piccolo, i monumenti da vedere si contano sulle dita di una mano ma la vista di cui si gode è veramente unica: consigliato!

Eleonora Guzzetti

Eleonora Guzzetti nasce a Tradate il 4 agosto 1992. E' laureata in Giurisprudenza all'Università Cattolica del Sacro Cuore. Dal 2012 ha collaborato sul settimanale locale La Settimana di Saronno, occupandosi di cronaca, cultura, sport e politica nel territorio di Rovello Porro, Cislago e Gerenzano. Ama il calcio, in particolare è una tifosissima del Varese che segue ogni domenica allo stadio. Adora gli animali, specialmente i suoi cani Timmy e Vegan e la gattina Riga.