Privacy Policy

X Factor 12: tutta l’attenzione su Asia Argento

X Factor 12: ha preso ufficialmente avvio ieri sera, su Sky Uno, la dodicesima edizione del noto talent show e tutta l’attenzione mediatica era naturalmente concentrata su di lei, Asia Argento. Il nuovo giudice è infatti già stato licenziato prima dell’inizio del programma a seguito dell’accusa di molestie sessuali, piombatele addosso dopo la pubblicazione di un’inchiesta del New York Times, a danno del giovane attore Jimmy Bennett, quando ancora era minorenne.

X Factor 12: Asia Argento convince come giudice

Sky sembra proprio aver fatto un passo falso ad aver licenziato l’Argento prima che fosse fatta reale chiarezza sulla vicenda. Se l’intenzione dell’emittente televisiva era infatti non sporcarsi l’immagine, in realtà è stata accusata di ipocrisia e moralismo. In più molti fedeli fan del programma hanno apprezzato l’Argento nella veste di giudice e hanno criticato la poca sensibilità con cui è stato oscurata nel promo. In puntata invece è stato inevitabile mandarla in onda, considerando che le selezioni erano già state registrate molto prima dello scoppio della bufera mediatica.

X Factor 12: i momenti cult della prima puntata

Il gioco tra i quattro giudici, Mara Maionchi, Manuel Agnelli, Fedz e Asia Argento, ha funzionato fin dal primo minuto di messa in onda, complice lo story telling creatosi con il montaggio. I primi aspiranti concorrenti hanno regalato dimostrazioni di grande talento e anche spassosi siparietti, come Atun Srimiyatun, la cantante sudamericana che ha rinunciato a tutto per coltivare la sua passione per il canto e che ha eseguito una versione di “Perdere l’amore” di Massimo Ranieri davvero surreale e divertente.

Davvero sorprendente è invece stata l’esibizione di Martina Attili, cantautrice di soli 16 anni che nella sua cameretta ha scritto una decina di canzoni dedicate alle più svariate patologie psichiche, tra cui la cherofobia, la paura di essere felici. Per una maturità artistica così spiccata nonostante la giovane età, non potevano che arrivare quattro sì.

Infine non si può non citare Sherol Dos Santos, 21 anni, che con la sua voce da grande artista americana ha strabiliato il pubblico e i quattro giudici.

 

Davide Bellombra

Davide Bellombra nasce a Tradate il 13 aprile 1991. E' laureato in Lettere moderne e Storia e Cultura del Sistema editoriale all'Università degli Studi di Milano. Dal 2012 scrive sul settimanale locale La Settimana di Saronno, occupandosi di cronaca, cultura, sport e politica nel territorio di Saronno, Saronnese e Bassa Comasca. Ama la musica e le varie forme di spettacolo: nel suo curriculum ha infatti anche un passato da cantante e musicista e talvolta presenta e organizza spettacoli e talent show benefici per la sezione Avis di Turate, di cui è consigliere.