Privacy Policy

Crisi Mediaset: tutti i più recenti flop

Crisi Mediaset: non è iniziato con risultati rosei il 2019 del “Biscione”, almeno in prima serata, dove gli ascolti stentano a decollare anche per i format dal consolidato successo o dalle alte aspettative.

Crisi Mediaset: il flop pesante di Celentano

“Adrian” doveva essere l’evento kolossal che avrebbe lanciato Canale 5 a inizio 2019 e invece si è trasformato in un boomerang per Mediaset, che ha dovuto fare i conti con ascolti deludenti ma anche con pesanti critiche sulla qualità del prodotto. L’ultima puntata, andata in onda lunedì 28 gennaio, ha toccato il picco negativo di 2.038.000 spettatori pari al 10,6% di share. Audience comunque basso anche per la parte del programma più attesa che anticipa la serie animata, e cioè “Aspettando Adrian”, che ha totalizzato 3.029.000 spettatori pari all’11.9% di share. A nulla è servita la presenza di Celentano sul palco, che finalmente si è rivelato dedicandosi maggiormente al pubblico. Lo stesso “Molleggiato” ha ironizzato sugli ascolti pessimi del suo evento, costato cifre esorbitanti tra l’altro. “Ho scientemente sabotato gli ascolti di Canale 5. In due puntate non ho cantato e né ballato. Ho detto 13 parole e due sillabe in tutto”, è stato il commento di Celentano nel corso dell’ultima puntata, aggiungendo: “Continuerò a peccare sempre di più, puntata dopo puntata, finché dei sei milioni iniziali resterà solo uno: quel ragazzo ribelle sarà colui che salverà il mondo”. Ad avere la meglio è stata in ogni puntata la fiction di Rai Uno “La Compagnia del Cigno”, che ha sempre doppiato Celentano con uno share superiore al 20%.

Crisi Mediaset: l’Isola parte malissimo

Le fiction Rai sono sempre molto apprezzate e tra le più amate c’è “Che Dio ci aiuti” con Elena Sofia Ricci, contro cui la nuova edizione de “L’Isola dei Famosi” sta perdendo sempre più colpi. La puntata di giovedì ha infatti totalizzato solo il 13.28% contro il 21,7% della concorrenza. E’ stato dunque fallimentare l’esperimento di trasferire al giovedì il reality storicamente andato in onda al lunedì. Ma si tratta solamente di un errore di collocazione o di una crisi dei reality, considerando che anche l’ultima edizione del Gfvip ha avuto degli ascolti nettamente inferiori rispetto ai successi precedenti?

La “Dottoressa Giò” non va meglio

La quarta e ultima puntata della “Dottoressa Giò”, che ha visto il ritorno da attrice della onnipresente Barbara d’Urso, ha ottenuto un ascolto pari a 2.883.000 spettatori (12% di share), più alto rispetto alle puntate precedenti, ma sicuramente al di sotto delle aspettative di rete, che sicuramente aveva sperato in qualcosa di meglio considerando la grande pubblicità quotidiana da parte della conduttrice di Pomeriggio 5 e Domenica Live. Gli ascolti sono comunque superiori a quelli di Celentano e di poco inferiori a quelli della collega Marcuzzi, nonostante i costi della fiction siano nettamente inferiori. L’unica soddisfazione in casa Mediaset sembra essere Maria De Filippi, che con i suoi show del sabato sera e con “Uomini e Donne” al pomeriggio continua a battere la concorrenza. “C’è posta per te” vince infatti ogni sabato sera contro Amadeus, che cerca di difendersi come meglio può contro il programma tanto amato dagli italiani.

Davide Bellombra

Davide Bellombra nasce a Tradate il 13 aprile 1991. E' laureato in Lettere moderne e Storia e Cultura del Sistema editoriale all'Università degli Studi di Milano. Dal 2012 scrive sul settimanale locale La Settimana di Saronno, occupandosi di cronaca, cultura, sport e politica nel territorio di Saronno, Saronnese e Bassa Comasca. Ama la musica e le varie forme di spettacolo: nel suo curriculum ha infatti anche un passato da cantante e musicista e talvolta presenta e organizza spettacoli e talent show benefici per la sezione Avis di Turate, di cui è consigliere.