Privacy Policy

Laveno Mombello, una perla del lago Maggiore

Laveno Mombello, per me la città più bella che si affaccia sul lago Maggiore.

Il bello di questa incredibile cittadina, culla di tanti ricordi d’infanzia e non solo, si trova nella sua capacità di abbracciare differenti paesaggi naturali. Affacciata sul lago Maggiore, da Laveno partono incessanti i battelli e i traghetti che portano sulle rive piemontesi del lago e che conducono per il giro delle isole Borromee: la Bella, la Madre, l’isolino di San Giovanni e quella dei Pescatori.

Sopra il paese, imponente ed incredibile per chi come me ama questo posto si trova l’imponente monte Sasso del Ferro. Grazie ad una funivia, che nessuno qua a Laveno ricorda mai di chiamare cestovia, si arriva fino alla cima della montagna, da cui si gode un panorama fantastico. Il lago Maggiore si apre in tutta la sua maestosità, lasciando all’osservatore anche la vista sulle prealpi, fino ad arrivare a Milano.

Laveno è anche famosa per la storia industriale, legata alla ceramica soprattutto, che ha reso la cittadina un nome noto nelle eleganti collezioni di ceramiche.

Per una gita domenicale, Laveno si presta anche come ottima alleata culinaria: persico (di lago, ovviamente) e lavarello, non vi deluderanno

 

Eleonora Guzzetti

Eleonora Guzzetti nasce a Tradate il 4 agosto 1992. E' laureata in Giurisprudenza all'Università Cattolica del Sacro Cuore. Dal 2012 ha collaborato sul settimanale locale La Settimana di Saronno, occupandosi di cronaca, cultura, sport e politica nel territorio di Rovello Porro, Cislago e Gerenzano. Ama il calcio, in particolare è una tifosissima del Varese che segue ogni domenica allo stadio. Adora gli animali, specialmente i suoi cani Timmy e Vegan e la gattina Riga.