Privacy Policy

Fidanzato immaginario: un fenomeno sempre più diffuso

Fidanzato immaginario: il caso di Pamela Prati e Marco Caltagirone, che da circa un mese sta invadendo le pagine delle riviste patinate ma anche dei quotidiani e le trasmissioni televisive, ha acceso l’attenzione su un fenomeno sempre più diffuso e preoccupante, che miete vittime anche tra personaggi famosi di un certo spessore.

Fidanzato immaginario: la truffa via web

Il grande dibattito mediatico sull’esistenza o meno del futuro sposo di Pamela Prati ha spinto molti personaggi famosi a rivelare le storie, precedentemente tenute nascoste perché ritenute imbarazzanti, in cui sono rimasti coinvolti. Personaggi come Manuela Arcuri, Sara Vara e persino Alfonso Signorini sono infatti rimasti affascinati da un personaggio immaginario che, dopo averli contatti tramite i social, li ha davvero conquistati, facendo in modo che non riuscissero più facilmente a liberarsi di una storia che di realistico non aveva proprio nulla. Arrivati però al punto di chiedere al partner virtuale di lasciare il mondo della rete per incontrarsi nella vita reale, le risposte di scuse non tardavano ad arrivare. Ed è così che la truffa affettivo è stata scoperta. Il filo rosso tra tutte queste storie? Le agenti di Pamela Prati,  Eliana Michelozzo e Pamela Perricciolo, sarebbero coinvolte. Tutti elementi che farebbero presupporre anche l’inesistenza di Marco o Mark Caltagirone. Ci sono però tantissimi altri casi che riguardano personaggi non famosi, accomunati tutti da elementi molto simili.

Fidanzato immaginario: il commento di Selvaggia Lucarelli

Anche Alfonso Signorini ha confessato di essersi innamorato di un uomo che non esisteva, per cui la vicenda si inserisce ormai in un fenomeno di cui mi occupo da circa un anno. Il “Ghost lover scam”, ovvero la truffa del fidanzato immaginario, è un fenomeno in cui inciampano anche persone sveglie, sgamate e per un periodo di tempo che arriva anche ad anni di “relazione”. E non solo. L’aspetto interessante è che i predatori, coloro che costruiscono questi profili maschili, sono quasi sempre donne e nella quasi totalità dei casi lesbiche o bisessuali. Oggi sul Fatto racconto alcune storie raccolte in quest’ultimo anno.
(se avete storie come queste scrivetemi su Messenger)

Così Selvaggia Lucarelli ha annunciato sul suo profilo Facebook l’articolo scritto su “Il Fatto Quotidiano”, sottolineando come il fenomeno sia purtroppo sempre più diffuso e in grado di mietere vittime tra personaggi non certo sprovveduti (il caso di Signorini è molto emblematico). Questi uomini immaginari si presentano sempre, come si legge in questo articolo pubblicato da Dagospia, nelle vesti di ricchi imprenditori ma al contempo come persone dalle grandi doti culturali e dall’invidiabile romanticismo. Insomma ci sono tutti gli elementi per fare impazzire le donne e gli uomini che sognano una storia d’amore da romanzo rosa. Tra le vittime ci sono poi le casalinghe e le madri di famiglia che conducono una quotidianità ordinaria ma che, tramite la relazione virtuale, riscoprono se stesse e il loro lato erotico che credevano scomparso per sempre.

Davide Bellombra

Davide Bellombra nasce a Tradate il 13 aprile 1991. E' laureato in Lettere moderne e Storia e Cultura del Sistema editoriale all'Università degli Studi di Milano. Dal 2012 scrive sul settimanale locale La Settimana di Saronno, occupandosi di cronaca, cultura, sport e politica nel territorio di Saronno, Saronnese e Bassa Comasca. Ama la musica e le varie forme di spettacolo: nel suo curriculum ha infatti anche un passato da cantante e musicista e talvolta presenta e organizza spettacoli e talent show benefici per la sezione Avis di Turate, di cui è consigliere.