Privacy Policy

Gli stipendi milionari di Mediaset che fanno impallidire Fazio

Gli stipendi milionari dei conduttori di punta Mediaset sono davvero da capogiro: si parla di cifre astronomiche che possono raggiungere i 10 milioni di euro annui. Cifre che fanno apparire come “miseria”, si fa per dire, i 2,24 milioni di euro annui che percepisce dalla Rai Fabio Fazio per la sua trasmissione “Che tempo che fa”.

Gli stipendi milionari di Mediaset

I “paperoni” del Biscione, secondo quanto riporta il portale “Italia Oggi”, sono sicuramente Maria De Filippi e Paolo Bonolis, il cui stipendio da capogiro si aggirerebbe intorno ai 10 milioni di euro annui. Ma non sono solamente questi i soldi che i due presentatori di Canale 5 portano a casa a fine anno, perché, per quanto riguarda Paolo Bonolis, i suoi programmi sono coprodotti con la “Sdl2005”, società che è in parte di proprietà della moglie Sonia Bruganelli. Per quanto riguarda invece Maria De Filippi, si devono aggiungere i ricavi provenienti dalla società di produzione “Fascino PGT”, di cui la De Filippi possiede il 50% e che produce anche programmi in cui la presentatrice non appare in prima persona (nel 2017 questa società ha chiuso con 65,8 milioni di euro di ricavi e 3,4 milioni di utile). Di poco inferiore ai 10 milioni è lo stipendio di Gerry Scotti, mentre è pari a 5.750.000 quanto ogni anno percepisce Ezio Greggio, volto storico di “Striscia la Notizia” e a breve in tv con “La sai l’ultima?”. Passiamo ora a Barbara d’Urso che intasca ogni anno circa 2 milioni di euro solo per i programmi pomeridiani e della domenica (“Pomeriggio 5” e “Domenica Live”), a cui poi si devono aggiungere le cifre più alte per le prime serate (“Live”, “Grande Fratello” e “La Dottoressa Gio'”). Molti meno soldi insomma rispetto ai colleghi Mediaset, in proporzione alle ore di presenza davanti allo schermo. Infine la più “povera” è Alessia Marcuzzi che guadagnerebbe 200mila euro a puntata per il reality “L’Isola dei Famosi”, per un totale circa di 2,4 milioni di euro.

La polemica di Fabio Fazio

Lo stipendio che percepisce Fabio Fazio per “Che tempo che fa” è ormai diventato da anni una questione di Stato. In particolare da quando al governo c’è il vicepremier Matteo Salvini, che addirittura ha dichiarato che non accetterà l’invito della trasmissione fino a quando il presentatore non si sarà abbassato lo stipendio. Per quanto Fazio abbia sempre dichiarato che il costo della sua trasmissione non sia coperto dal canone ma dall’introito degli sponsor e che  la sua presenza non sia una perdita ma una fonte di guadagno per la Rai, non si placa la polemica, specialmente fomentata dalle forze politiche più populiste. E’ vero che, a differenza dell’azienda privata Mediaset, i compensi dei volti Rai incidono sulla finanza della tv pubblica e quindi indirettamente sulle tasche degli italiani, ma è anche vero che una società che si occupa di televisione e che punta a essere competitiva con le emittenti private (Mediaset e Sky in testa), non può permettersi di pagare i suoi conduttori con cifre al di sotto del valore di mercato. Le conseguenze sarebbero infatti molto gravi per la Rai, che assisterebbe alla fuga dei presentatori nelle reti private e dunque alla perdita di prestigio, di ascoltatori e di conseguenza anche degli sponsor a favore delle aziende private (ricordiamoci inoltre chi è il proprietario di Mediaset).

Davide Bellombra

Davide Bellombra nasce a Tradate il 13 aprile 1991. E' laureato in Lettere moderne e Storia e Cultura del Sistema editoriale all'Università degli Studi di Milano. Dal 2012 scrive sul settimanale locale La Settimana di Saronno, occupandosi di cronaca, cultura, sport e politica nel territorio di Saronno, Saronnese e Bassa Comasca. Ama la musica e le varie forme di spettacolo: nel suo curriculum ha infatti anche un passato da cantante e musicista e talvolta presenta e organizza spettacoli e talent show benefici per la sezione Avis di Turate, di cui è consigliere.