Privacy Policy

La parola single non si usa più, lo sa bene Emma Watson

Il termine single per indicare chi non è sposato, fidanzato o impegnato in una relazione ormai è superato. Adesso si dice self-partnered, parola di Emma Watson.

Basta single, ora si dice self-partnered

Ormai essere single non è più considerato un problema o una situazione da stigmatizzare. Anzi, è stata addirittura fissata una data, quella dell’11 novembre, per festeggiare il “Single Day”, la giornata dedicata ai single che vogliono rivendicare la loro condizione e affermare con forza che non necessariamente si ha bisogno di qualcuno per sentirsi appagati. E la pensa così anche l’attrice Emma Watson, che ha coniato il termine self-partnered, ovvero “in una relazione con se stessa”.

“Essere single non è un problema”

La bella Emma, che ad aprile compirà 30 anni, non si fa molti problemi per il fatto di non avere un fidanzato: “Mi rendo conto che all’improvviso c’è questo dannato afflusso di messaggi subliminali in giro. Se non hai una casa, se non hai un marito, se non hai un bambino, hai compiuto 30 anni e non sei in una situazione incredibilmente sicura e stabile nella tua carriera, o stai ancora cercando di capire… C’è questa incredibile quantità di ansia”, ha dichiarato a una rivista americana. E così, sovvertendo i luoghi comuni, ha affermato con convinzione che per il momento sta bene così e che l’unica relazione che ha è con se stessa. E già la parola da lei inventata, con tanto di hashtag, sta avendo un grande successo su Instagram.

Monica Gregis

Monica Gregis nasce a Milano il 7 luglio 1988. Laureata in Linguaggio dei media e Comunicazione d'impresa all'Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano. Dal 2012 scrive per i settimanali locali La Settimana di Saronno, Il Giornale di Desio e Il Giornale di Seregno, occupandosi di cronaca, politica, cultura, sport ed eventi. Tra le sue grandi passioni la lettura e il cinema.