Privacy Policy Zalone razzista? Bufera sul nuovo film - Oltre la Notizia

Zalone razzista? Bufera sul nuovo film

Zalone razzista? Si è aperto un ampio dibattito sul nuovo film del comico pugliese, Tolo Tolo, nelle sale dall’1 gennaio. Come tutti gli eventi mediatici che si rispettano, dopo il grande successo di “Quo Vado” e degli altri film di Checco Zalone, l’uscita della nuova pellicola sta creando attesa e polemiche.

Zalone razzista? È bufera

Il politicamente scorretto è da sempre la cifra stilistica di Checco Zalone e anche la chiave del suo successo. Dopo i meridionali, gli impiegati pubblici e gli omosessuali, questa volta ha toccato un altro tema molto delicato, quello dell’immigrazione. Un tema contemporaneo che ha inevitabilmente scomodato intellettuali e politici che se la sono presa con il comico, accusandolo di fare ironia sui più deboli che andrebbero invece tutelati e di legittimare atteggiamenti razzisti sempre più diffusi nella nostra società. Per alcuni invece Zalone avrebbe cavalcato persino la propaganda sovranista e salviniana. Per la maggior parte però, intellettuali di sinistra compresi, quella di Zalone è come sempre satira e comicità che vuole giocare proprio sui luoghi comuni dell’italiano medio nei confronti degli stranieri.

Zalone razzista? Ecco chi lo accusa

A Quarta Repubblica, programma di Rete Quattro condotto da Nicola Porro, sono stati l’economista Giuliano Cazzola, il giornalista Daniele Capezzone e l’attore e autore teatrale Giulio Cavalli a commentare la nuova fatica di Zalone e in particolare le uniche immagini che ora abbiamo a disposizione, quelle del videoclip “Immigrati” . “Su certi argomenti fare dell’ironia può essere anche pericoloso. Perché in questa clip la critica vera è che c’è un’offesa agli stranieri in Italia. Abbiamo 5milioni di residenti stranieri, di cui 2milioni e mezzo che lavorano e mandano avanti settori importanti del paese. Il film non l’ho visto e non lo andrò a vedere come non ho mai visto i film di Zalone. Può darsi che il film parli d’altro e che questo non c’entri nulla. Però rappresentare il problema degli immigrati con una caricatura, perché è di caricatura che stiamo parlando, è sbagliato”, sono stati i commenti scettici espressi durante il talk. “Il trailer di Checco Zalone per il nuovo film? Quella non è una provocazione. E’ una giustificazione del razzismo, direi quasi un’istigazione al razzismo”. Sono parole di Roberto Zaccaria, costituzionalista, più volte parlamentare del Pd, oggi presidente del Cir (Consiglio italiano dei rifugiati). Infine contro Zalone si è scagliata anche la showgirl Heather Parisi che per l’occasione ha lasciato da parte le frecciatine provocatorie alla nemica amatissima Lorella Cuccarini.

Davide Bellombra

Davide Bellombra nasce a Tradate il 13 aprile 1991. E' laureato in Lettere moderne e Storia e Cultura del Sistema editoriale all'Università degli Studi di Milano. Dal 2012 scrive sul settimanale locale La Settimana di Saronno, occupandosi di cronaca, cultura, sport e politica nel territorio di Saronno, Saronnese e Bassa Comasca. Ama la musica e le varie forme di spettacolo: nel suo curriculum ha infatti anche un passato da cantante e musicista e talvolta presenta e organizza spettacoli e talent show benefici per la sezione Avis di Turate, di cui è consigliere.