Privacy Policy Coronavirus meme: niente panico! - Oltre la Notizia

Coronavirus meme: niente panico!

Coronavirus meme: l’emergenza sanitaria dell’ultima settimana, nel Nord Italia e non solo, ha creato un panico smisurato, come dimostrato dai mezzi pubblici vuoti come fosse agosto, dai supermercati presi d’assalto e dai luoghi di aggregazione chiusi o evitati come la peste. A questo punto, considerando le rassicurazioni di veri esperti virologi, è forse il caso di tranquillizzarci e di sdrammatizzare, naturalmente non perdendo mai di vista il dramma dei connazionali in quarantena o delle famiglie delle persone che hanno perso la vita.

Coronavirus meme: niente panico, sdrammatizziamo

Anche nei giorni più concitati dell’emergenza sanitaria, i social sono stati in grado di partorire meme, post, tweet e video davvero divertenti (da non confondere con le squallide fake news generate per creare il panico in cambio di facili click). A volte sono state inaspettatamente le interviste ai passanti o i cartelli affissi dai commercianti fuori dai loro locali a trasformarsi in perfetti meme, divenuti indiscussi protagonisti dei social. Virale, e nessun termine sarebbe più azzeccato, è poi diventata la dimostrazione di corretto lavaggio delle mani di Barbarda d’Urso nella sua trasmissione. E non sono certo mancate le parodie. Allo stesso modo anche Morgan e Bugo, il caso mediatico italiano per eccellenza prima dello scoppio della pandemia, sono stati ripresi in chiave Coronavirus.

Davide Bellombra

Davide Bellombra nasce a Tradate il 13 aprile 1991. E' laureato in Lettere moderne e Storia e Cultura del Sistema editoriale all'Università degli Studi di Milano. Dal 2012 scrive sul settimanale locale La Settimana di Saronno, occupandosi di cronaca, cultura, sport e politica nel territorio di Saronno, Saronnese e Bassa Comasca. Ama la musica e le varie forme di spettacolo: nel suo curriculum ha infatti anche un passato da cantante e musicista e talvolta presenta e organizza spettacoli e talent show benefici per la sezione Avis di Turate, di cui è consigliere.