Privacy Policy Oggi è la giornata dell'infermiere, mai come ora dobbiamo dirgli grazie - Oltre la Notizia

Oggi è la giornata dell’infermiere, mai come ora dobbiamo dirgli grazie

Oggi, martedì 12 maggio 2020, ci celebra la Giornata internazionale dell’infermiere. E mai come in questo periodo dobbiamo ringraziare tutti gli infermieri, per il loro impegno in prima linea contro l’emergenza coronavirus.

Giornata internazionale dell’infermiere, le origini

La Giornata internazionale dell’infermiere si celebra in tutto il mondo il 12 maggio di ogni anno per valorizzare il contributo degli infermieri nella società. Ma come è nata l’idea e come è stata scelta questa data? Nel 1953 Dorothy Sutherland, un ufficiale del Dipartimento della salute, educazione e benessere degli Stati Uniti d’America, propose al presidente Dwight D. Eisenhower di proclamare un “giorno dell’infermiere”, ma la sua iniziativa non ebbe successo. Bisognerà aspettare il 1965, quando il Consiglio Internazionale degli Infermieri decise di istituire questa giornata. Nel 1974 fu scelta la data del 12 maggio per celebrare l’anniversario della nascita di Florence Nightingale, considerata la fondatrice della moderna assistenza infermieristica.

Grazie a tutti gli infermieri

Una giornata che non è mai balzata agli onori della cronaca e che spesso è passata un po’ inosservata. Ma quest’anno, con l’emergenza sanitaria che tutto il mondo sta affrontando, è emersa con forza la voglia di ringraziare gli infermieri, figure essenziali insieme ai medici nella cura delle persone colpite dal Covid-19, professionisti che con abnegazione e spirito di sacrificio si sono messi a disposizione del prossimo, con l’alto rischio di essere contagiati. Dei veri e propri eroi ai quali non possiamo che essere grati.

Monica Gregis

Monica Gregis nasce a Milano il 7 luglio 1988. Laureata in Linguaggio dei media e Comunicazione d'impresa all'Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano. Dal 2012 scrive per i settimanali locali La Settimana di Saronno, Il Giornale di Desio e Il Giornale di Seregno, occupandosi di cronaca, politica, cultura, sport ed eventi. Tra le sue grandi passioni la lettura e il cinema.