Privacy Policy Per gustare qualcosa di originale... ecco a voi il raviolo aperto VIDEO - Oltre la Notizia

Per gustare qualcosa di originale… ecco a voi il raviolo aperto VIDEO

Se volete cucinare qualcosa di originale non potete non provare a realizzare questa ricetta che ci propone il nostro amico e appassionato di cucina Franco Parisi: un raviolo aperto con sfoglia alle erbe aromatiche e fiori eduli con filetti di scorfano e zucchine su crema di canocchie. “Sembra una ricetta complicata, ma in realtà è semplice da realizzare – assicura Franco -Ci vuole solo un po’ di tempo e un po’ di pazienza. Il risultato, alla fine vi darà soddisfazione”.

Raviolo aperto, gli ingredienti per quattro persone

Per la bisque:
3 pomodorini
2 gambi di sedano
Due carote
Una cipolla piccola
Un cipollotto fresco
Qualche foglia di basilico e di salvia
Due rametti di timo
Due rametti di maggiorana
500 g di canocchie
40 ml di cognac

Per la crema di canocchie:
la polpa delle canocchie
50 g di burro
40 g di farina 00
Sale e pepe q.b
(300 ml di bisque)

Per la pasta:
250 g di farina di semola rimacinata
3 uova
Un pizzico di sale
Un cucchiaino di olio evo
Fiori eduli
Erbe aromatiche (foglioline di timo, maggiorana, basilico e basilico nero)

Per il ripieno:
due filetti di scorfano
una zucchina grande
olio evo
sale e pepe q.b.
40 ml di vino bianco secco

Preparazione

Incominciate con l’impastare la farina con le uova, il sale, l’olio e fate il vostro panetto liscio che coprirete con pellicola e metterete a riposare per 30 minuti in frigo. Tirate le sfoglie con uno spessore di 7 millimetri della vostra macchina o nonna papera. Mettete su alcune sfoglie i fiori eduli e le erbe aromatiche. Spennellate i bordi della sfoglia con le erbe con un goccio di acqua, sovrapponete un’altra sfoglia e schiacciate tirando con il mattarello ad unire la due sfoglie. Tagliate le sfoglie in rettangoli di 15 centimetri e mettete a seccare su un piano infarinato.

Pulite bene le canocchie, apritele ed estraete la polpa. Lasciate 4 canocchie intere, che vi serviranno per decorare. Mettete in una pentola le verdure tagliate grossolanamente e le erbe aromatiche, aggiungete un filo di olio e fate insaporire per un paio di minuti, poi sfumate con il cognac, unite dopo un minuto i carapaci delle canocchie e aggiungete acqua fino a coprire il tutto. Fate cuocere a fuoco basso per circa un’ora e mezza fino a ridurre il liquido della metà. Spegnete il fuoco, frullate il tutto con un frullatore a immersione e poi filtrate bene il liquido ottenuto. Tenete a parte.

 

Tagliate a fiammifero la zucchina senza utilizzare la parte centrale. Pulite e tagliate a cubetti i filetti di scorfano. In una padella mettete un filo di olio evo e fate insaporire le zucchine lasciandole croccanti, poi unite i cubetti di pesce e sfumate con il vino, salate e pepate con moderazione e cuocete per tre minuti. In un pentolino mettete il burro a sciogliere, poi unite la farina, dopo che il roux ha preso colore unite il liquido della bisque e fate cuocere a fuoco moderato per 5 minuti, unite la polpa delle canocchie e portate a termine la cottura della vostra crema facendo attenzione che non addensi troppo.

In una grande pentola con abbondante acqua salata cuocete i vostri rettangoli di pasta, poi scolateli facendo attenzione a non romperli e mettendoli in una terrina. Adesso non vi resta che comporre il piatto come  mostrato nel video. qui sotto:

 

In abbinamento Franco consiglia un buon Grechetto dell’Umbria. Buon appetito!

 

 

 

Monica Gregis

Monica Gregis nasce a Milano il 7 luglio 1988. Laureata in Linguaggio dei media e Comunicazione d'impresa all'Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano. Dal 2012 scrive per i settimanali locali La Settimana di Saronno, Il Giornale di Desio e Il Giornale di Seregno, occupandosi di cronaca, politica, cultura, sport ed eventi. Tra le sue grandi passioni la lettura e il cinema.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *