Privacy Policy Trekking alle Cinque Terre: la vista del Sentiero Azzurro - Oltre la Notizia

Trekking alle Cinque Terre: la vista del Sentiero Azzurro

Estate per noi vuol dire soprattutto trekking, per questo abbiamo approfittato del weekend per percorrere il Sentiero Azzurro delle Cinque Terre.

Questa zona della Liguria, meta ideale per chi ama il mare e anche per chi vuole camminare, è perfettamente raggiungibile in treno. Così, approfittando della card che comprende treni e ingresso al parco per le escursioni (29 euro cad. per due giorni) abbiamo diviso il nostro percorso in due giorni.

Primo giorno: 

Corniglia- Vernazza –  (1 ora)

Arrivati a Corniglia con il treno, abbiamo fatto un giro per il piccolo borgo prima di prendere la strada del Sentiero Azzurro, perfettamente segnalato. Ricordatevi che all’ingresso vi chiederanno di vedere il vostro biglietto. Arrivati a Vernazza, è il tripudio di colori del mare e delle piccole case che caratterizzano le cinque terre. Qui ne abbiamo approfittato per un bagno, prima di riprendere il cammino verso Monterosso.

Vernazza- Monterosso   (1 ora)

Si tratta di un interessante percorso caratterizzato da molti saliscendi in mezzo a oliveti, vigneti, letti di torrenti, casolari e piane. Anche qui si gode di un panorama davvero stupendo, con il mare visto dall’alto e con una visuale sulle Cinque Terre che permette di avere una percezione più ampia dei prossimi obiettivi di cammino.

Secondo giorno: 

Il secondo giorno ci siamo dedicati alle ultime due tappe.

Manarola:  La frazione di Riomaggiore, gioiello urbanistico con un mare pazzesco in cui è impossibile non tuffarsi. Il monumento principale della frazione è la chiesa di San Lorenzo, la cui costruzione risale al milletrecento, così importante come anche il campanile staccato dal corpo principale della chiesa probabilmente perché, in origine, aveva compiti difensivi.

Riomaggiore:  Vanta monumenti di grande interesse, tra cui la chiesa di San Giovanni Battista, l’Oratorio di Santa Maria Assunta e il Castello che domina il centro storico, chiuso alle visite ma interessante per la vista. I due borghi sono collegati dalla via dell’amore, aperta ad oggi solo per un piccolo pezzo.

Consigli:

  • le scarpe da trekking, necessarie se decidete di percorrere il sentiero azzurro. Le scarpe da ginnastica, o peggio le infradito, non vanno assolutamente bene.
  • i bagni, da fare, ad ogni tappa per godersi complessivamente la bellezza del posto.
  • la Cinque Terre card, imperdibile se si devono fare più viaggi in treno e se si deve percorrere il Sentiero.
  • la cucina: assaggiate i prodotti tipici (acciughe e limoni su tutti).

 

Buon divertimento!

Eleonora Guzzetti

Eleonora Guzzetti nasce a Tradate il 4 agosto 1992. E' laureata in Giurisprudenza all'Università Cattolica del Sacro Cuore. Dal 2012 ha collaborato sul settimanale locale La Settimana di Saronno, occupandosi di cronaca, cultura, sport e politica nel territorio di Rovello Porro, Cislago e Gerenzano. Ama il calcio, in particolare è una tifosissima del Varese che segue ogni domenica allo stadio. Adora gli animali, specialmente i suoi cani Timmy e Vegan e la gattina Riga.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *