Privacy Policy Cambio di vocale: la ricEtta della ricOtta fatta in casa - Oltre la Notizia

Cambio di vocale: la ricEtta della ricOtta fatta in casa

Cambio di vocale: ecco a voi la ricEtta della ricOtta fatta in casa. Il nostro amico e appassionato di cucina Franco Parisi, che ormai ha trasformato la sua casa in un caseificio (sta producendo squisiti formaggi), ci propone la ricetta per la ricotta dura salata da grattugiare, con notevole risparmio per il nostro borsellino.

Ricotta fatta in casa, gli ingredienti

Ingredienti :
400 grammi di ricotta vaccina
Sale fino
E tanta pazienza

Procedimento (prima parte)

Comprate dal vostro negozio di fiducia 400 grammi di ricotta vaccina (naturalmente in base al vostro gusto potete usare anche quella di capra o quella di pecora). Mettete su un piattino piano da dolce un velo leggero di sale fino. Mettete in una scodella un pezzo di pellicola da alimenti e riempite la scodella con la vostra ricotta, pressandola un po’. Se volete già darle una bella forma potete utilizzare una fuscella con la quale vendono le ricottine al supermercato (non usate però la ricotta del super per fare questa ricetta), premete all’interno il formaggio e poi rovesciate il tutto sul piattino e togliete la pellicola. A questo punto non vi resta che spolverare con sale fino la vostra ricotta sia in cima che sui lati inclinando leggermente il piattino. Naturalmente sta a voi dosare la quantità di sale sulla ricotta a secondo dei vostri gusti per avere un prodotto finale più o meno saporito (Franco per dare una dose di base usa un cucchiaio da cucina raso).

Procedimento (seconda parte)

Lasciate su un ripiano della cucina il vostro piattino con la ricotta lontano da fonti di calore per una mezza giornata, vedrete che sul fondo del piattino si è formato del liquido che andrete a colare inclinando leggermente il piattino senza toccare la ricotta. Dopo un’altra mezza giornata controllate se si è formato altro liquido; se sì, ripetete il procedimento per togliere il liquido, altrimenti se non ce n’è più mettete il piattino con la ricotta nel frigo nel piano più basso e lasciatelo per almeno 20 giorni. Controllate che il prodotto si sia indurito, toglietelo dal piattino e mettetelo su un altro pulito. Se lasciate il prodotto scoperto tenderà a indurirsi di più, altrimenti mettetelo in un porta formaggi di vetro coperto. Usate la vostra ricotta grattugiandola sia fine che a scaglie più grosse. Non preoccupatevi se si forma una leggera muffa nel tempo trascorso in frigo, basta pulirla con un foglio di carta da cucina.

Note

La ricetta è per una ricotta dura di base, ma potete anche farla a vostro gusto miscelando la ricotta nella scodella con peperoncino secco grattugiato o usando del sale affumicato o sale alle erbe al posto del sale fino normale. Alla prossima ricetta per fare qualcosa di buono in casa con le nostre mani, senza dover comprare il prodotto già fatto. Ricordate che in cucina ci vuole sempre tanta pazienza e se
non vi riesce la prima volta basta solo impegnarsi e riprovare.

 

 

Monica Gregis

Monica Gregis nasce a Milano il 7 luglio 1988. Laureata in Linguaggio dei media e Comunicazione d'impresa all'Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano. Dal 2012 scrive per i settimanali locali La Settimana di Saronno, Il Giornale di Desio e Il Giornale di Seregno, occupandosi di cronaca, politica, cultura, sport ed eventi. Tra le sue grandi passioni la lettura e il cinema.